«Le sorelle attendano a ciò che sopra ogni cosa debbono desiderare: avere lo Spirito del Signore e la sua santa operazione, pregarlo sempre con cuore puro…» (Regola di S. Chiara, X).

Santa Chiara consegna alle sue sorelle, e ora a noi, la preghiera come dimensione totalizzante della vita: il desiderio di essere sempre in relazione con il Signore, accogliendo, come Maria, con cuore puro il dono dello Spirito santo.
Preghiera che trabocca dalla celebrazione dell’Eucaristia e dalla Liturgie delle Ore; preghiera che si alimenta dalla Parola di Dio, letta, meditata, custodita durante le nostre giornate; preghiera che assume il volto della supplica, dell’intercessione, della lode, dello stupore